pedagogy-765308__340

 

PROGETTO “+INGLESE+INFORMATICA”

lo strumento linguistico come risorsa per il successo scolastico ed il potenziamento delle abilità informatiche

 Ciascun allievo ha diritto di godere delle migliori opportunità per la sua crescita culturale attraverso l’utilizzo dell’educazione linguistica come fattore di sviluppo armonico della personalità dell’adolescente, in un’ottica di interdisciplinarità L1-L2-L3. La didattica rinnovata anche dall’uso delle tecnologie multimediali favorisce un apprendimento adeguato alle esigenze della formazione del cittadino europeo.

Il progetto si fonda su una tradizione affermata presso le Scuole della Congregazione nell’attenzione al potenziamento dello studio delle lingue straniere fin dalla Scuola Primaria e si basa sulla considerazione delle linee emanate dalla Comunità Europea riguardo all’opportunità per gli studenti di conoscere al termine del percorso scolastico almeno due lingue comunitarie, per favorire negli studenti la possibilità che almeno una di esse sia posseduta con proprietà e sicurezza anche attraverso le ore di conversazione con l’insegnante madrelingua e i moduli di insegnamento in modalità CLIL.

In osservanza della normativa vigente, il progetto prevede quindi l’opportunità di potenziare lo studio dell’inglese. Anche a fronte del confronto attuato con esperienze analoghe condotte in altre scuole, il progetto pone infatti tra le esigenze prioritarie quella di rafforzare lo studio della lingua inglese affiancato allo studio della seconda lingua straniera affronta in forma di lettorato, in linea con la politica linguistica europea che prevede la conoscenza da parte degli alunni al termine del percorso formativo di almeno due lingue comunitarie oltre quella materna.

All’interno del progetto trova spazio un utilizzo più ampio delle tecnologie informatiche e l’uso del tablet in classe.

La conoscenza della lingua straniera viene garantita anche attraverso soggiorni di studio all’estero organizzati sia durante l’anno scolastico che lungo le vacanze estive (Progetto Erasmus Plus)

PROGETTO TABLET

Il progetto prevede l’uso del tablet per potenziare il percorso di apprendimento di ciascun alunno al fine di migliorarne i processi e attribuire un valore aggiunto alla didattica puntando sugli aspetti “qualitativi” piuttosto che su quelli “quantitativi”. La proposta, inserita gradualmente nelle varie attività scolastiche, si affiancherà senza sostituirle alle modalità di insegnamento/apprendimento finora in uso di cui si ribadisce l’alta valenza educativa e formativa. Verranno perseguiti e seguenti obiettivi operativi:

  • Produrre testi, presentazioni multimediali, grafici
  • Produrre mappe concettuali
  • Conoscere e utilizzare i canali comunicativi (navigazione web, comunicazione email, aggiornamento delle notizie, ecc.)
  • Condividere documenti e contenuti multimediali
  • Utilizzare APP per produrre, gestire, accedere e pubblicare risorse, ricerche in rete.

 

[onedrivefile id=”file.940baacdbb9b5050.940BAACDBB9B5050!505″]

 

 

 PROGETTO ORIENTAMENTO E CONTINUITÀ – ALTERNANZA SCUOLA E LAVORO

L’orientamento è attenzione alla persona nella sua globalità, espressione del lavoro educativo collegiale, elemento formativo di primaria importanza.

La scuola secondaria di primo grado promuove un lavoro di orientamento dalla prima alla terza classe che porta il ragazzo ad una maggiore consapevolezza di sé, delle proprie potenzialità, capacità e abilità acquisite.

Il collegamento tra la Scuola Secondaria di I grado e le altre realtà scolastiche è promosso attraverso iniziative che stimolino le famiglie e gli studenti ad una riflessione responsabile sul proprio futuro. Esiste una lunga tradizione di continuità anche con i Licei della Congregazione: oltre ad una comune visione culturale, sono molto frequenti le interazioni tra i docenti delle diverse scuole, fino ad arrivare alla costituzione di un Collegio Docenti comune alle due realtà.

Il collegamento tra la scuola liceale e le realtà degli sbocchi lavorativi ed universitari è promosso attraverso iniziative che stimolino gli studenti a una riflessione responsabile sul proprio futuro. In particolare il Progetto di Alternanza Scuola – Lavoro prevede rapporti sempre più ampi e operativi con aziende private, Università, studi di liberi professionisti, enti locali ed organismi pubblici per l’organizzazione di stage che offrano agli studenti l’opportunità di sperimentare in prima persona una realtà professionale ai fini di un migliore e più preciso orientamento. Le ore di stage sono 120 da suddividersi tra il terzo e quarto anno di scuola nella prima quindicina del mese di giugno.

Costante inoltre è il collegamento al mondo Universitario anche attraverso l’adesione a Progetti di ricerca e giornate a tema.

 

PROGETTO ACCOGLIENZA

I passaggi dalla scuola primaria a quella secondaria di primo grado e da questa a quella secondaria di secondo grado segnano nella vita di un bambino e poi di un adolescente un momento delicato, in cui ciascun ragazzo deve affrontare e risolvere difficoltà relazionali per giungere alla realizzazione di un nuovo equilibrio tra sé e la realtà che lo circonda. Il primo anno di scuola, sotto questo aspetto, assume particolare rilevanza, giacché lo studente deve in primo luogo verificare se le proprie capacità, abilità e potenzialità sono in sintonia con la scelta di studi operata.

Al tema dell’accoglienza viene quindi dedicato ampio spazio soprattutto all’inizio dell’anno scolastico.

Il progetto accoglienza è scandito in un complesso organico e coerente di iniziative – conoscenza dell’ambiente, incontro con i ragazzi delle ultime classi, colloquio iniziale con gli insegnanti, metodo di studio… – atte a perseguire le seguenti finalità:

  • favorire l’inserimento dello studente nella nuova realtà scolastica
  • consolidare le conoscenze e le abilità conseguite nella scuola primaria o secondaria di I grado
  • rinforzare e verificare la propria motivazione
  • rendere consapevole lo studente delle caratteristiche, delle risorse e delle opportunità di lavoro presenti nell’istituto tramite la presa di coscienza dei propri doveri/diritti.
  • aiutare lo studente a prendere consapevolezza della complessità e della struttura del proprio iter formativo.
  • promuovere nell’alunno della scuola secondaria di secondo grado un eventuale processo di riorientamento verso un differente indirizzo di studi qualora quello intrapreso non si rilevasse rispondente alle capacità possedute o alle abilità richieste.

 

 OPEN DAY

E’ un’occasione di incontro in cui la scuola si racconta. Nell’ambito di due giornate per ciascun grado di scuola, il liceo e la media si propongono come espressione culturale al territorio per fare conoscere il tipo di lavoro, le proposte e le attività intraprese per coordinare il tema dell’educazione alle esigenze conoscitive degli allievi. L’organizzazione della giornata prende avvio dai consigli di classe con precise scadenze di orari e contenuti. Ogni gruppo tematico stabilisce un ambito ed uno spazio fisico in cui inserire e proporre ricerche e laboratori delle singole discipline a classi aperte, coordinate gestite ed illustrate in collaborazione da insegnanti e allievi.

L’open day rappresenta anche un momento di incontro con i genitori che vogliono essere informati sul divenire dei propri figli nell’esemplificazione di idee innovative sulla didattica e sul processo di insegnamento e apprendimento.

 

 PROGETTO LARSA RECUPERO E APPROFONDIMENTO

Il Collegio Docenti ha cercato di individuare un metodo preventivo che consenta agli alunni di recuperare, sviluppare e potenziare in itinere le varie conoscenze. Tale metodo si avvale delle attività previste dal Collegio Docenti nel quadro dell’ampliamento dell’offerta formativa, in particolare di un corso pomeridiano nel quale gli alunni possono usufruire di uno studio guidato, seguito da un insegnante, sulle materie della giornata e/o di un recupero o potenziamento, per ambiti disciplinari ed in giorni prestabiliti.

Inoltre, nell’ambito delle ore curricolari, viene posta particolare attenzione al metodo di studio ed alle verifiche formative, attraverso le quali si possono attuare sia recupero che potenziamento adottando forme di flessibilità che consentano, ad esempio, di procedere a classi parallele o di usufruire di ore di compresenza.

Finalità:

  • migliorare la qualità del servizio scolastico
  • offrire a ciascun allievo le migliori opportunità per la sua crescita culturale
  • valorizzare le capacità individuali attraverso idonei supporti tecnici a potenziamento della motivazione e dell’interesse per l’apprendimento
  • realizzare un tutoraggio individualizzato attento anche alle questioni affettivo relazionali

Obiettivi:

  • individuazione e correzione del metodo di studio degli allievi
  • predisposizione di appropriati interventi per l’insegnamento individualizzato ed il recupero motivazionale dell’allievo, anche con un sostegno tutoriale
  • predisposizione di appropriati interventi per il raggiungimento degli obiettivi cognitivi e formativi che – non pienamente conseguiti entro la fine dell’anno scolastico – abbiano prodotto situazioni di debito formativo

 

PROGETTO INCLUSIONE

La scuola si attiva per riconoscere alunni che presentino una richiesta di speciale attenzione per una varietà di ragioni: svantaggio sociale e culturale, disturbi specifici di apprendimento e/o disturbi evolutivi specifici, difficoltà derivanti dalla non conoscenza della cultura e della lingua italiana perché appartenenti a culture diverse. Per questi alunni il collegio docenti attiva un insegnamento personalizzato, come sancito dalla Legge 53/2003.

 

PROGETTO CAMPUS

Le attività sportive, intese come pratica disciplinate e competizione ludica prima e di avviamento alla pratica sportiva poi, sono presenti nella scuola secondaria di primo e secondo grado, sia attraverso l’applicazione dei vigenti programmi ministeriali sia attraverso lo svolgimento dei giochi sportivi studenteschi.

Tra le opportunità offerte agli studenti in orario pomeridiano si inseriscono le iniziative proposte – all’interno del Centro Sportivo Scolastico attivato presso l’Istituto – dal Progetto “Campus

Il progetto intende consentire agli studenti di confrontarsi con l’attività fisico-sportiva e con la cultura del movimento e dello sport, moltiplicandone le occasioni anche in orario extracurricolare.

Le attività proposte dall’Istituto sono connesse ai Giochi Sportivi Studenteschi e assumono rilevanza pedagogica all’interno del progetto educativo diventando uno strumento privilegiato di crescita culturale e costituendo così un prezioso contributo alla prevenzione ed alla rimozione dei disagi e delle devianze giovanili.

Il progetto in particolare, mira a costruire un percorso educativo nel quale la cultura e la pratica sportiva possano diventare:

  • percorso di benessere psico-fisico
  • momento di confronto sportivo
  • strumento di attrazione per i giovani
  • strumento di diffusione dei valori positivi dello sport

Obiettivi

  • promuovere un movimento sportivo giovanile che vive l’esperienza dello sport come momento di educazione, di maturazione umana e di impegno, in una visione ispirata alla concezione cristiana dell’uomo e della realtà;
  • indicare nella centralità della persona umana e nell’intenzionalità educativa, gli elementi ai quali ispira tutte le proprie attività;
  • sostenere la funzione nuova che l’educazione motoria fisica e sportiva riveste nel complesso della programmazione didattica della scuola dell’autonomia, iniziativa, equilibrio emotivo, sicurezza, senso di responsabilità;
  • offrire programmi molteplici e flessibili, che diano risposta ai bisogni emergenti nei giovani, come il bisogno di salute, di socializzazione, di lucidità, di liberazione della fantasia e della creatività.