Anno: 2019

Scuola aperta ….

Sabato 30 novembre bambini, genitori, insegnanti e suore hanno accolto nelle aule della scuola genitori e bambini che un altr’anno inizieranno la scuola materna e la scuola primaria. E’ stata una mattinata piena di lavoro dove grandi e piccoli hanno partecipato attivamente alle lezioni programmate dall’insegnanti. In un clima di festa la giornata si è conclusa con un ottimo spuntino per tutti a base pasta al forno e di pizza, preparata nel forno della scuola dall’efficientissimo papà di Norma che pubblicamente ringraziamo. Venerdì 10 gennaio dalle 9:00 a mezzogiorno apriremo nuovamente le nostre classe a tutti quelli che sono interessati a vedere come lavoriamo quotidianamente. Vi aspettiamo!

Ambiente ecologicamente sostenibile, classe quinta
Torna a Villa Augusta “il latino”

A breve partirà in classe quinta un corso di latino interrativo. Una esperienza positiva già proposta qualche anno fa rinnovata dalle nuove tecnologie presenti a scuola. Don Mario, insegnante di Archeologia Biblica all’istituto Superiore di Scienze Religiose, proporrà l’uso del latino come lingua viva attraverso favole e barzellette composte da lui e reperibili online. L’obbiettivo sarà di render i bambini capaci di tradurre senza dizionario, abituandoli a ragionare sul significato delle parole e delle funzioni grammaticali in modo di ampliare l’uso corretto anche dell’italiano.

Accoglienza bambini tre anni e classe prima

Il primo giorno di scuola dopo la ricreazione in giardino si sono riuniti tutti i bambini che frequentano la nostra scuola per dare il benvenuto ai nuovi arrivati della scuola dell’infanzia e ai bambini della classe prima che iniziano una nuova esperienza. Dopo le dovute presentazioni ogni classe ha regalato un piccolo dono ai nuovi compagni.

bambini scuola dell’infanzia

Premi Coop

Anche quast’anno grazie al contributo dei genitori abbiamo potuto raccogliere i bollini “coop per la scuola”. Con la quantità di bollini raccolti abbiamo ricevuto oggetti utili alla scuola materna e alla primaria

Tempo di quaresima

Mercoledì 6 marzo tutti i bambini della scuola hanno partecipato alla funzione delle Ceneri celebrata da Don Mario. Accompagnati dai canti dei bambini abbiamo iniziato la nostra quaresima con la promessa di impegnarci tutti nell’essere migliori.

Robotica a scuola

Da venerdì 1 marzo diamo inizio nuovamente al nostro corso di robotica nel quale i bambini utilizzano il programma della lego e Scratch per dare istruzioni ai nostri robottini: Augusto (LEGO MINDSTORMS EV3) e due Makeblock mBot Ranger-trasformabile. Ci aspettano tante nuove missioni da far svolgere al nostro trio in compagnia delle due simpatiche apette Bee-bot. Vi invitiamo già da adesso alla festa di fine anno dove metteremo in mostra ciò che abbiamo imparato a fare insieme.

Burattini a scuola
Giovedì 7 febbraio i bambini delle classi prima e seconda insieme ai quelli della materna hanno partecipato ad un bellissimo spettacolo di burattini “Il regalo della principessa” interpretato dall’attrice  Isabella. Un’esperienza che i bambini hanno apprezzato molto.

 

Concorso presepi
I presepi preparati dalla classe V, classe quarta e materna hanno partecipato al concorso organizzato nell’oratorio di Mele dalla confraternita. Dopo un periodo di esposizione al pubblico, dal 25 dicembre al 14 gennaio, nel quale si poteva esprimere la propria preferenza, il 21 gennaio sono stati tutti premiati. Ogni classe ha apprezzato con grande entusiasmo i propri premi, materiale scolastico.La materna ha partecipato anche al concorso organizzato a Multedo.  
Coppa De Amicis
 
Lunedì 21 gennaio due gruppi formati da 7 bambini della classe quarta e sette della classe quinta hanno partecipato alla gara Kangourou della matematica- coppa Ecolier a squadre –  presso la biblioteca De Amicis a Genova.
Un esperienza che li farà riflettere sull'importanza del lavoro a squadre, sulla gestione del tempo, il valore di un leader dentro al gruppo che sappia organizzare il lavoro degli altri e non di meno il confrontarsi con altri coetanei.
Questa esperienza sarà anche un punto di riflessione per le insegnanti che metteranno in atto probabilmente modalità diverse nella proposta dei quesiti in classe, arricchendo ciò che già viene fatto.