• La nostra Cappella

    • è aperta all'Adorazione del S.S. Sacramento tutti i giorni dalle h. 6 alle h. 19. Un Venerdì al mese l'Adorazione si prolunga anche la notte.

    • La S. Messa

    • viene celebrata tutti i giorni dal Lunedì al Venerdì alle h 6:45. Al sabato alle h 7.

Chi siamo

La Congregazione delle Figlie di N. S. della Neve

Il Fondatore

Non è inopportuno, è anzi doveroso, risalire alle origini di una istituzione che, pur nella sua umiltà, ha una storia, una fisionomia inconfondibile.

Il Fondatore della Congregazione Figlie di N. S. della Neve è un umile Sacerdote savonese, il Can. Giovannifondatore  Battista Becchi, del quale non si hanno abbondanti notizie ma sufficienti tuttavia per ricostruire la figura del Servo di Dio e valutarne i meriti. Il Can. Giovanni Battista Becchi nacque nel 1785 da famiglia distinta ed agiata. Compì i suoi studi sotto la guida dello zio Can. Bartolomeo Becchi, rettore della Chiesa delle Fornaci, e fu ordinato sacerdote il 14 marzo 1813.

Testimonianza attendibile è lo scritto del Brunendo dal quale emerge, oltre l’intelligenza e l’ingegno del Fondatore, una profonda pietà ed instancabile zelo.

Il grido accorato di Gesù di fronte alla folla assetata della Sua parola “ Ho compassione di questa turba” trovò eco nella sua anima di apostolo: non fu insensibile di fronte alla situazione sociale ed umana di Savona in quel preciso momento: bimbi lasciati incustoditi per le strade, o per incuria o per necessità di lavoro, adolescenti che chiedevano istruzione, fanciulle povere, orfane, abbandonate  bisognose di assistenza, comprensione, bontà…

Il canonico Becchi  dopo fervida preghiera espose al Vescovo il suo progetto e studiò con lui piani di realizzazione.

Raccolse in una casa di sua proprietà in Vico del Molino ( 1830 ) alcune giovani buone e volenterose, le fece istruire e addestrare in ogni genere di lavori femminili riservando a sé l’istruzione religiosa che volle profonda e completa da garantire i migliori frutti spirituali.

Per ben tredici anni attese alla formazione delle fanciulle, non tanto preoccupato di dare 4sollecita e definitiva forma alla piccola comunità, quanto di prepararla spiritualmente e concretamente alla missione che intendeva affidarle.

Le figlie continuavano a sperimentare vita comunitaria a servizio dei poveri secondo la linea seguita da anni.

Finalmente in data 21 novembre 1843 presentarono al Vescovo, Mons. Alessandro Riccardi, ufficiale domanda perché la loro piccola famiglia fosse eretta in Congregazione religiosa.

Il Vescovo diede la sua benedizione, incoraggiò prevedendo i frutti di bene dell’umile pianta che stava crescendo nel giardino della sua Chiesa.

Nasce la Congregazione

L’8 Dicembre 1843 nella memoria di Maria S.S. Immacolata le prime sette sorelle ricevettero l’abito religioso, una regola provvisoria e, per autorità del Vescovo, vennero erette in religiosa Congregazione: la Congregazione delle Figlie di Maria S. S. della Neve.madneve150 

Fu loro dato un  nome nuovo accanto a quello di Maria.

Il seme era gettato: la crescita non poteva mancare; ebbero così vita le prime opere.

Occorrevano asili di infanzia ed il Can. G. B. Becchi si rivolse al Vescovo perché si interessasse presso le autorità civili in favore dell’infanzia. La proposta venne benevolmente accolta: le più distinte personalità laiche ed ecclesiastiche  collaborarono all’iniziativa e nel 1848 veniva aperto il nuovo asilo.

Per voto concorde dei savonesi la direzione fu affidata alle Suore di N. S della Neve, così chiamate dal Fondatore.

Il Can G. B .Becchi non ebbe però la .gioia di vedere concretata l’opera da lui caldamente sostenuta: il 13 Maggio 1845, dopo brevissima malattia, si spegneva con la serenità del giusto.

La Congregazione, rimasta priva della saggia e paterna guida del venerato fondatore, trovò provvidenzialmente un valido appoggio materiale e spirituale nel Vescovo di Savona, giustamente considerato un secondo Fondatore.Istituto1

Crescente vitalità della Congregazione

La Congregazione in data 30 giugno 1847 ottenne l’approvazione e il riconoscimento dall’autorità regia grazie soprattutto alla sua crescente vitalità: non solo pr
osperavano le prime fondazioni, ma altri asili, scuole, orfanotrofi venivano aperti a vantaggio del popolo; l’opera delle suore era richiesta anche dalle amministrazioni dei pubblici ospedali.

Da Savona a Genova, a Ventimiglia; dalla Liguria al Piemonte, alla Lombardia e più tardi al Veneto, le opere si moltiplicavano.
 

Dal 1895 al 1923  le case filiali da 25 salirono a 60.

Nel 1903 si aprirono scuole per i figli degli operai a Genova e a S. Remo. Suore maestre furono chiamate all’insegn mento in diverse scuole comunali della Liguria e del Piemonte e si resero particolarmente benemerite.

Passarono gli anni ma non cambiò l’obiettivo dell’azione caritativa delle Suore di N. S. della Neve. Fedeli al carisma ereditato dal Fondatore continuarono a tener presente la loro formazione spirituale, religiosa, con particolare devozione alla S. S. Trinità e alla S.S. Vergine e ad occuparsi del prossimo con sguardo attento al vero bene della persona.7 ottobre 2017 noliIMG_0085

Centri dell’opera educativa delle Suore di N. S. della Neve sono oggi Genova, Savona, S. Remo, Roma,  oltre a molti asili di infanzia sparsi in altre regioni.

Missionarie in Brasile

Quando l’albero della Congregazione ebbe superato i cent’anni, maturò per la gloria dOLYMPUS DIGITAL CAMERA  el Signore, un bellissimo frutto: la Missione in America Latina e precisamente in Brasile.

Il 4 agosto 1971 partirono le prime sorelle missionarie con destinazione Pavão nella Diocesi di Teofilo Otoni.

Colpite dall’immensa povertà evidente nei corpi debilitati dalla fame, si rimboccarono le maniche e iniziarono il lavoro là dove più impellente era il bisogno.

La realtà del luogo chiese sacrifici e rinunce non indifferenti, ma la generosità non fece difetto nelle giovani missionarie, sollecite tra le baracche della favela di Pavão per un’azione. Così si comprese abbastanza presto che all’azione assistenziale doveva essere affiancata una autentica azione formativa per condurre, almeno le nuove generazioni, all’autonomia e alla creatività necessarie per migliorare, nel limite del possibile, la vita.

Si cominciò con i più piccoli …ed il carisma del Fondatore prese vita in tutti i suoi aspetti.

L’associafoto for young peru (138)zione:“AMICI della MISSIONE della Congregazione Figlie di N.S. della Neve ”Onlus” costituì sin dal suo inizio, e ancora costituisce, il braccio concreto della Provvidenza. Grazie ad iniziative di ogni genere gli “Amici” riuscirono a dar vita ad opere che accolgono oggi circa duemila bambini e ragazzi: asili, scuola di formazione agraria, officine pedagogiche, con una continuità educativa che garantisce in buonissima parte il risultato.

Centri importanti della missione sono oggi, oltre Pavão, Novo Oriente, Teofilo Otoni, Belo Horizonte.

La Fraternità laica è una realtà che dà possibilità al laico di condividere con le religiose spiritualità, obiettivi e operosità capillare di assistenza.

http://www.amicidellamissione.com/

https://www.facebook.com/gruppoforyoung/

per saperne di più
La nostra Cappella è aperta tutti i giorni per l'adorazione del S.S. sacramento. Una volta al mese anche di notte. Nella nostra Cappella tutti i giorni viene celebrata la S. Messa. Dal Lunedì al Venerdì alle h. 6.45. Il Sabato alle h. 7